Mi illumino di meno: calano i consumi

Grafico consumi GTRNAnalizzando il grafico dei consumi di elettricità fornito dal GRTN sembrà proprio che Illumino di meno, la seconda giornata nazionale del risparmio energetico, svoltasi il 16 febbraio, sia stata un vero successo. Nel grafico, la linea verde riporta l’andamento previsto dei consumi, in rosso i consumi effettivi. In corrispondenza delle ore 18, ora di inizio della trasmissione Caterpillar, si nota un vistoso calo dei consumi, calo che si potrae almeno per le due ore successive. Considerato che la gran parte degli spegnimenti era prevista in coincidenza con la trasmissione, il calo non sembra casuale. Se così è, il risultato raggiunto è notevole. Nella tabella qui sotto ho riportato i consumi previsti ed effettivi, in GW (Gigawatt), nelle ore della trasmissione.

Ora Previsto Effettivo Differenza
18:00 53 53 0
18:30 53 52 -1
19:00 52,5 51 -1,5
19:30 51,5 49,5 -2
20:00 49,5 48 -1,5
20:30 48 47 -1

Qiundi in due ore sono stati rispamiati 3,5 GWh. Sarebbe interessante sapere quante tonnellate di CO2 non sono state emesse nell’atmosfera e quanti Euro sono stati risparmiati.

Mi illumino di meno 2

Mi illumino di meno 2006 Il 16 febbraio 2006 ci sarà Mi illumino di meno, la seconda giornata mondiale del risparmo energetico, organizzata dalla trasmissione di radio2 Caterpillar. Scopo dell’iniziativa è sensibilizzare i cittadini sul concetto di risparmio energetico come fonte di energia. Si può aderire in molti modi, spegnendo una lampadina accesa inutilmente, guidando l’automobile ad una velocità più bassa, e così via. Se poi volete, potete comunicare la vostra adesione inviando una mail all’indirizzo della tramissione: mailto:caterpillar@rai.it?subject=Aderisco!

Cubo di Rubik

Giorni fa i miei figli hanno ritrovato il mio vecchio Cubo di Rubik e così ho tentato di rifarlo, senza successo. Non mi ricordavo le mosse finali. Poi, casualmente, sfogliando un libro dedicato al Cubo, ho trovato queste istruzioni, che mio padre si era scritto a macchina, sotto mia dettatura, molti anni fa. Con queste istruzioni lui lo faceva in pochi minuti e con le stesse istruzioni l’ho rifatto anch’io dopo tanti anni.

istruzionirubik

L’azoto questo sconosciuto

Secondo una notizia pubblicata ieri da Repubblica, alcuni ricercatori inglesi hanno scoperto che in Gran Bretagna il numero delle specie di farfalle è in declino, circa un terzo di esse è scomparso negli ultimi 20-40 anni. Qual è la causa? Il ricercatore:

ha individuato nell’inquinamento da azoto la causa della riduzione delle numerose specie di insetti che vivono nei prati britannici ed europei. L’eccesso di azoto che si deposita dall’atmosfera in conseguenza dell’uso di fertilizzanti e di combustibili fossili impedisce a molte specie di aumentare il numero dei propri individui.

Un profano potrebbe essere portato a pensare che l’azoto sia un pericoloso veleno, che vada bandito. Ora uscirà mais prodotto senza azoto oppure compreremo mele azoto-free. Ma da che mondo è modo l’azoto è il componente principale della nostra atmosfera. Ciò che noi chiamiamo aria è principalmente azoto. Mah.

Istat e guasti informatici

Ieri l’Istat, ha comunicato che il rapporto deficit/Pil del 2004 è stato, casualmente, del 3%, proprio il limite imposto dal trattato di Maastricht. Poi, a causa di «importanti guasti informatici», casualmente non possiamo disporre del valore del Pil reale per il 2004. Ancora, le precedenti stime del rapporto deficit/Pil per gli anni 2001-2003 è stato rivisto perché, casualmente, erano stati ecluse alcune spese, per cui tali rapporti peggiorano fino allo 0.5%. Mah.

Mi illumino di meno

aderisco

Dopodomani, mercoledì 16 febbraio, Mi illumino di meno, prima giornata nazionale del risparmio energetico, organizzata dalla trasmissione Caterpillar, di Radio2. Spegnamo le luci inutili, usiamo lavaggi economici, ecc.

Update: corretto link.