Cassazione: lecito scaricare file protetti


legge.jpgUn articolo su La Repubblica di oggi riporta una sentenza della III sezione penale di Cassazione (la numero 149/2007), secondo la quale è lecito scaricare file protetti, basta non usarli a scopo di lucro.

A mio parere è che è una sentenza clamorosa. Significa che usare xMule per scaricarsi musica e film, per uso personale, non è reato. A questo punto posso fare a meno di acquistare film in dvd, cd musicali, posso scaricarmeli senza commettere alcun reato. Chissà cosa ne pensa la SIAE. 😉

Annunci

5 thoughts on “Cassazione: lecito scaricare file protetti

  1. Alla SIAE naturalmente la cosa piace poco. Ma ha già messo le mani avanti: la sentenza della cassazione si riferisce ad un fatto accaduto prima delle modifiche alle leggi sul diritto d’autore apportate dall’ex ministro Urbani. Quindi tale sentenza ha poco valore oggi perché sono cambiate le regole.

    Quindi questo articolo di Repubblica.it è, come tantissimi altri loro articoli, solo sensazionalistico, ma non mette sufficientemente in luce il fatto che questa sentenza è utile soltanto ai ragazzi processati, e a nessun altro.

    Piuttosto, si dovrebbe discutere sul tempo necessario per raggiungere alla sentenza definitiva, sui costi e disagi sopportati da quei ragazzi.

  2. Francesco,
    devo dire che il servizio tel TG1 di ieri sera aveva lo stesso tono sensazionalistico, non diverso dal tono dell’articolo di Repubblica, degli altri tg e degli altri giornali.

  3. la sentenza è solo apparentemente rivoluzionaria. si riferisce ad un caso anteriore all entrata in vigore del decreto urbani del 2007 e si applica il principio al favour rei. se un processo iniziasse oggi non varrebbe piu tale purincipio

  4. Ammetto di essermi fatto prendere un po’ la mano da questa notizia, purtroppo la sentenza ha valore relativo… OK, niente aMule.

I commenti sono chiusi.