mini guida ssh: tunneling

Il tunneling ssh permette di attivare delle connessioni dirette tra la macchina di partenza (locale) e una qualsiasi macchina (pc1, pc2, ecc.) visibile dalla machina destinazione (remote), oppure tra la macchina destinazione e una qualsiasi macchina visibile dalla macchina di partenza. Schema della rete:

locale -> remote --- pc1
            +------- pc2

Se ad esempio vogliamo accedere da locale ad un web server attivo su pc1 dobbiamo effettuare una connessione ssh tra locale e remote indicando contemporaneamente l’apertura del tunnel tra una porta locale qualunque (es, 20080) e la porta 80 di pc1:

ssh -L 20080:pc1:80 user@remote

Fatto questo, un browser in esecuzione su locale può accedere al web server su pc1 usando l’URL http://localhost:20080/.

Ulteriori tunnel si possono attivare anche su una connessione ssh già attiva. In quest0 caso l’esempio precedente diventa:

ssh user@remote
~C

A questo punto compare il prompt ssh>. Digitare:

-L 20080:pc1:80

Si possono anche attivare connessioni al contrario. Se ad esempio vogliamo che da pc2 si possa fare ssh su locale, basta attivare un nuovo tunnel così:

-R 10022:localhost:22

Fatto questo, l’utente su pc2 può collegarsi a locale così:

ssh -p 10022 user@remote

3 thoughts on “mini guida ssh: tunneling

  1. Pingback: malex.org notes » mini guida ssh: tunneling e vnc

  2. Uhm, per non essere proprio nullasapienti su ssh. Uno startpoint. Tousend tak. Giovanna

I commenti sono chiusi.